12 Febbraio 2014

Piuttosto che essere normale, hai scelto di essere felice.

Stamattina mi sono svegliato col mal di crapa. Avrò pensato troppo.

Se a ciò aggiungo che c'era pure la macchinetta del caffè rotta, e che il mal di testa persiste, è chiaro che non è certo questa la miglior gironata della mia vita.

Ma non posso nemmeno vivere sempre lamentandomi.

Per cui parlo d'altro. Tipo di musica. Tipo di Sanremo. Tipo per essere originale.

E mi metto a vivisezionare la seconda parte dei testi di big, giusto per risollevare la media di ieri.

Il tutto per un livello medio buono, segnato da un perfetto Rubino e da un Sinigallia, cantautore non a caso.

E soprendente persino Sarcina, che osa persino una canzone per il suo figlio, in stile Angelo di qualche anno fa. 

E in attesa di sentire Renga cantare un coraggioso pezzo di Elisa, che sdogana a Sanremo il sesso senza amore, per ora possiamo solo leggere. 

E sognare..

 

Francesco Renga

renga

A un isolato da te. 

Hai sentito dire che l'amore vive a un isolato da te/ com'è che non l'hai mai incontrato/ prima che commettessi il grande errore/ di credere che l'amore vero non esiste/ e che tutto intorno sia triste?/ Piuttosto che essere normale/ hai scelto di essere felice. 

Vivendo adesso. 

Un'altra immagine di te/ un altro modo di vedere le cose [...] Amami ora come mai, tanto non lo dirai, è un segreto fra di noi/ [...] A te che temi la sconfitta/ ma cerchi di salvare quel che resta. [...] Tu ed io soltanto/ il fuoco e le fiamme a dire che/ stiamo facendo solo sesso. [...] che stiamo vivendo solo adesso. 

Ron 

ron

Un abbraccio unico. 

Ci abitueremo presto ad un'altra situazione/ si sa, è normale/ ma quello che noi non sapremo mai spiegare/ è il nostro inarrestabile vagare/ quel cercare quel qualcuno che diventi il senso/ di questo nostro bisogno d'amore. [...] amare è poi un bisogno così naturale/ ma tante volte ci facciamo male/ noi, che siamo così complicati e stupidi.. 

Sing in the rain. 

Distratto/ sempre il solito/ comunemente insolito/ trapezista, leone e domatore/ quanto costa tornare indietro/ io non lo so. [...] Conto i passi che abbiamo fatto/ palazzi vuoti accanto/ sogni in affitto/ come te, come me/ lo so che non ce n'è. [...] Sempre qualcuno ci tradirà/ fuori piove già... 

 Renzo Rubino 

renzo

Per sempre e poi basta. 

Un quarto alle tre/ c'è una mosca sulla lampada a led/ gli occhi vogliono andarsene/ ma il mio cuore è in movimento/ e penso che/ il mio stomaco sia in briciole/ cerca un paio di coccole [...] Solo un'altra canzone/ poi cancellerò il tuo nome/ per sempre ed un'ultima volta/ ti porterò con me. 

Ora. 

Se solo si potessero inventare le stelle/ nelle gallerie indifferenti della metro/ smetterei di avere paura di correre/ per andare chissà dove. [...] Lascia perdere/ sognare non aiuta/ ho visto il frantumarsi di ogni cosa. [...] Paura di non essere il migliore/ paura di non fare/ paura di partire/ perché partire è sempre scappare. / Ora, ora che stai impazzendo/ fermati, e datti un volto. 

Antonella Ruggiero

antonella

 Da lontano. 

Capita specco anche me/ di rovistare/ fra tutti i miei ricordi./ Capita di buttare via/ solo quello che mia ha fatto un po' più male. / Spettatrice attonita/ solitaria, ma/ da lontano tutto è limpido/ da lontano nulla pesa più. [...] Da lontano, in un attimo/ il sereno s'intravede già/ e i temporali si allontanano. 

Quando balliamo. 

Socchiusa negli occhi scintilla/ l'immagine nitida, tu/ se questo respiro infinito/ di pioggia dai vetri giù in rivoli./ Passa tutto, scivola, se/ la tua mano mi attende. [...] M'innamorerò di te/ tutti i santi giorni che/ si fa sera e torno a casa/ ci guardiamo complici/ fra la gente, unici/ quando balliamo insieme io e te. 

Francesco Sarcina 

sarcina

Nel tuo sorriso. 

I sentimenti sono esposti, come fragili corpi/ che si nutrono di piccoli sogni ed innocue ingenuità/ e per questo io sono qui. [...] Torna il sorriso sul mio volto/ ad ogni tuo respiro/e il mio cuore è quello di un guerriero/ che difende il mondo, sì, il mondo intero. 

In questa città. 

In questa testa dura che dimentica/ i migliori momenti/ li ricorda solo quando è tardi./ Ma questa volta tocca a te/ ascoltare ciò che ho da dirti [...] Tu chiamami, se vuoi,/ codardo/ perché non ho tempo per rincorrerti/ fra le tue folli ansie,/ dovute alle tue mancanze./ Ma io voglio vivere e contraddistinguermi/ come se fosse il primo giorno insieme a te/ in questa città. 

Riccardo Sinigallia. 

ricky

Una rigenerazione. 

Non siamo dei, non siamo macchine/ non siamo soli adesso qui/ ma tu mi parli in una lingua che io non so capire/ ed è difficile anche solo dirsi sì./ Un lampo, un inciampare, un battito/ è tutto chiaro avanti a noi/ ma poi per la paura di conoscerci/ ti dico cosa voglio/ ora dimmi tu cosa vuoi. 

Prima di andare via. 

Con l'inverno fra i piedi e le mani gelate/ con uno sciopero in testa ed in tasca l'estate/ con una riga sui sentimenti/ e un motivo che scricchiola in mezzo ai denti [...] Prima di andare via/ sorridi un po'/ anche quando non vuoi/ sorridi un po'/ per dire "è tutto a posto/ ti rivedo dopo o no?"/ Mentre il resto/ quello che è andato perso/ ci sembra un'altra vita. 


Inevitabile, la mia personale Top Testi del giorno:

1) Riccardio Sinigaglia - Prima di andare via

2) Francesco Sarcina - Nel tuo sorriso

3) Renzo Rubino - Ora   

Tags: tv
Vai alla home di questo BLOG Segnala un abuso nel post

Studenti.it Iscriviti alla community di Studenti.it Segnala un abuso Crea il tuo blog
© BanzaiMedia | Community | Tutti i video | Testi canzoni | Cinema e Film | Aiuto e supporto